Vai al contenuto

Piano di emergenza

Il Piano di emergenza comunale di San Michele Salentino è stato approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 30 del 04/08/2014.

Il piano comunale di emergenza di protezione civile è il progetto di tutte le attività coordinate e delle procedure di protezione civile per fronteggiare un qualsiasi evento calamitoso. L'elaborazione del piano comunale di emergenza di protezione civile ha lo scopo di organizzare, secondo uno schema preordinato, il complesso delle attività operative per un coordinato intervento di soccorso in emergenza a favore della popolazione esposta ad eventi calamitosi.

Il piano comunale di emergenza di protezione civile è un documento che, al fine di salvaguardare i cittadini ed i loro beni:

  • affida responsabilità ad amministrazioni, strutture tecniche, organizzazioni ed individui per la attivazione di specifiche azioni, in tempi e spazi predeterminati, in caso di incombente pericolo o di emergenza che superi la capacità di risposta di una singola struttura operativa o ente, in via ordinaria;
  • definisce la catena di comando e le modalità del coordinamento interorganizzativo, necessarie alla individuazione ed alla attuazione degli interventi urgenti;
  • individua le risorse umane e materiali necessarie per fronteggiare e superare la situazione di emergenza. Quindi i piani costituiscono, sia a livello comunale che a livello provinciale, lo strumento unitario di risposta coordinata del sistema locale di Protezione Civile a qualsiasi tipo di situazione di crisi o di emergenza avvalendosi delle conoscenze e delle risorse disponibili sul territorio;
  • tiene conto ed integra i piani operativi di emergenza di enti, strutture tecniche, gestori di servizi pubblici e riporta procedure tecniche di dettaglio, necessarie all’attivazione.

Il Piano è dunque uno strumento di lavoro dinamico e tarato su situazioni verosimili e sulla base delle conoscenze scientifiche dello stato di rischio del territorio. Esso è aggiornabile e integrabile non solo in riferimento all'elenco di uomini e mezzi, ma soprattutto a seguito dell’acquisizione di nuove conoscenze sulle condizioni di rischio e dell’avvento di nuove tecnologie che comportino diverse valutazioni degli scenari, o ancora quando si disponga di nuovi o ulteriori sistemi di monitoraggio e di allerta della popolazione.

Vedi anche: Tavole Cartografiche, Organizzazione

Accessibility