Vai al contenuto

Rischio chimico industriale

Lo sviluppo urbanistico del territorio di San Michele Salentino, relativamente alle attività industriali, è appena accentuato e relativamente al rischio di incidente rilevante al momento nessuna azienda è sottoposta all’obbligo di notifica di cui alle direttive Seveso e Seveso II (la direttiva Seveso III dell’agosto 2012 deve ancora essere recepita), così come si evince dall’elenco nazionale degli stabilimenti a rischio industriale predisposto dalla Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali – Divisione IV - Rischio Rilevante ed Autorizzazione Integrata Ambientale - redatto in collaborazione con il Servizio Rischio Industriale dell’ISPRA.

E’ vero anche che ci sono poche aziende potenzialmente a rischio, ma è necessario porre in essere un sistema di collaborazione con le aziende stesse al fine di avere una programmazione che tenga conto anche dei futuri insediamenti abitativi e/o produttivi.

Torna a Rilascio di sostanze pericolose

Accessibility